ll tableau de mariage non è solo un elemento d’arredo o un gadget, ma un oggetto indispensabile per l’organizzazione di un matrimonio. Ma a cosa serve esattamente? Quali sono le regole per allestirlo al meglio? Quali sono i temi più diffusi? Prima di entrare nel dettaglio, è importante essere consapevoli del fatto che ogni tableau che si rispetti deve essere necessariamente in linea con il tema delle nozze, oltre a farsi notare preferibilmente all’ingresso del luogo dove sarà allestito il banchetto nuziale.

La storia.

Le origini del tableau de mariage risalgono a inizio ventesimo secolo, quando in Francia il padre della sposa accoglieva gli invitati nella sala del banchetto, conducendoli ai tavoli che venivano loro assegnati. Una situazione che si rivelava difficile, soprattutto quando gli invitati erano molto numerosi. Così si pensò di sostituire questo ruolo con un vero e proprio cartellone, scritto a mano o fatto stampare, collocato all’ingresso della sala per indicare agli ospiti dove posizionarsi. Da allora il tableau de mariage si diffuse in tutto il mondo, diventano un elemento imprescindibile per l’allestimento delle nozze.

Tradizioni e modernità.

Il compito del tableau de mariage è quello di indicare agli ospiti il tavolo a cui accomodarsi; è come se fosse una sorta di guida contenente tutti i nomi di ciascun tavolo e quelli delle persone che vi sono state assegnate che darà indicazioni agli invitati su dove andranno a posizionarsi. Uno degli aspetti fondamentali nell’ambito dell’allestimento del tableau è la possibilità di personalizzarlo.

In questo contesto, spazio alla fantasia! Si va da una scelta più tradizionale con tableau de mariage a forma di quadro con i nomi di ciascun tavolo e dei rispettivi componenti, alle idee più innovative, come ad un tableau de mariage su uno specchio, ad esempio. Inoltre, un’alternativa molto originale al classico tableau de mariage è rappresentata dalle “escort card”, cartoncini o oggetti in linea con lo stile delle nozze, collocati solitamente all’ingresso della location, che seguono gli invitati fino al loro posto.

Quali temi scegliere per il matrimonio?

Questo oggetto dovrà quindi allinearsi con il tema delle nozze. Se la data è stata fissata durante il periodo estivo, è possibile ricorrere ad un tableau de mariage tema mare, che faccia riferimento ad elementi decorativi come conchiglie, sassolini bianchi (solo per citarne alcuni) con una palette che richiami i colori estivi. Un’altra idea ricorrente è quella di realizzare il tableau de mariage sulla base delle tappe del viaggio di nozze. Allora perché non proporre tableau dall’aspetto di una mappa o di una cartina geografica? In questo modo, sui tavoli avremo i nomi di attrazioni, monumenti, città della meta del viaggio. Per un divertente e simpatico tocco, invece, si può ricorrere a pellicole che parlino degli sposi, attraverso fotomontaggi o locandine dei film.

Per le coppie amanti della buona tavola, è interessante creare un tableau de mariage con piatti gourmet e ricette su come realizzarli. Tra i temi più diffusi c’è anche quello musicale, che richiama titoli di canzoni o opere liriche. In questo caso, è bene che gli sposi si confrontino sui propri gusti musicali, altrimenti generi troppo differenti potrebbero non garantire il risultato desiderato. Per gli sposi sportivi, invece, si può ricorrere a foto di atleti celebri, disegni o miniature di attrezzi e perché no anche a riferimenti su modelli di auto e moto. E per un matrimonio dal tema intellettuale? Specifiche frasi di libri e versi poetici saranno gli elementi che faranno da filo conduttore ad un tema incentrato sulla lettura.

Chi realizzerà i tableau de mariage?

Il “fai da te” non è la scelta ideale in questo senso, seppur consenta di dare spazio ampio alla creatività. Affidarsi ad un professionista è, invece, conveniente per tutta una serie di ragioni (tempo, costi, esperienza) che assicureranno un risultato del tutto soddisfacente. Un altro aspetto da non sottovalutare sono i caratteri utilizzati per i nomi ed i tavoli: una scrittura in linea con lo stile delle nozze non farà altro che garantire un valore aggiunto alla cerimonia.

Se questo articolo vi è sembrato utile, condividetelo con i vostri amici!

(Commenting: OFF)

Se avete scelto di sposarvi durante la stagione invernale, iniziamo a parlare di uno degli elementi più belli e caratteristici del matrimonio: il bouquet. La magia dell’accessorio per eccellenza della sposa risiede proprio nella possibilità di utilizzare tantissimi elementi decorativi quali bacche, fiocchi di neve, pigne, rametti e molto altro. Se da un lato, con le basse temperature trovare un bouquet accattivante potrà sembrare un’impresa, dall’altro l’atmosfera suggestiva e fiabesca dei mesi invernali vi farà cambiare idea.

Ma quali sono i bouquet adatti per la stagione invernale? Scopriamoli subito!

Una scelta green.

Un nastro di raso che avvolge pigne e foglie di piante aromatiche è la scelta migliore se si ha intenzione di ricorrere ad un bouquet originale e raffinato con un tocco di green. Per un elegante bouquet dai forti contrasti cromatici si può ricorrere a rose inglesi, green trick, achillea e limonium, solo per citarne alcuni.

La raffinatezza degli “amaryllis”.

Per rendere ancora più elegante il bouquet ci sono gli amaryllis, fiori meravigliosi dai petali bianchissimi o rossi. Basterà un bel nastro per legare un paio di amaryllis e il risultato sarà assicurato;

Le “rose di Natale.”

Gli ellebori, noti anche come “rose di Natale” sono dei fiori adatti per i bouquet da sposa invernali. Possono essere di vari colori e proprio per la loro peculiarità cromatica consentono di  creare un bouquet particolarmente incantevole;

Bouquet rosso e bianco.

L’unione di colori che richiamano la purezza e allo stesso tempo la passione potrà garantire un risultato inaspettato. Basti pensare, ad esempio, ad un tulipano bianco accostato a splendide bacche rosse. Il risultato? Originalità, eleganza e raffinatezza.

E che dire della Stella di Natale?

Una Poinsettia candida o cremisi abbinata a colori opposti come il bianco oppure alle bacche di Hypericum è la scelta ideale se il matrimonio verrà celebrato a dicembre.

Le rose bianche.

Non dimentichiamo che ci sono poi altri fiori che pur non essendo a fioritura invernale sono in ogni caso reperibili. Un bel bouquet bouquet di rose bianche è sicuramente un classico intramontabile per una cerimonia da favola.

Se avete trovato utile questo articolo, condividetelo con i vostri amici!

(Commenting: OFF)

Il bouquet è un accessorio imprescindibile per una sposa affinchè il suo giorno sia davvero speciale. Ha il compito di valorizzare l’abito e la sua luminosità, contribuendo a dare quel tocco in più di eleganza che non può di certo mancare. In questo articolo, scoprirai 5 meravigliosi bouquet per un matrimonio in estate, secondo alcuni suggerimenti forniti da Matrimonio.com.

Tonalità delicate, per nulla invasive. Fiori delicati, carnosi e velatamente profumati: le ortensie bianche. Si tratta di una scelta in grado di garantire un effetto sobrio e al contempo di classe, grazie a delle bacche e a delle rose Vendela;

I fiori di campo. Margherite, lavanda, iris e rose sono la combinazione perfetta per un matrimonio dallo sfondo bucolico. Come possono essere sistemati nel mazzo della sposa? Sicuramente a tavola e, perché no, in un originale archetto per la cerimonia civile;

Tonalità raggianti. Accostare rose gialle e bianche con craspedie e bacche verdi è la scelta ideale per non passare inosservate.

Eden Rose. Dallo stile antico e tonalità delicate, l’eden rose, accompagnato da spighe e lupini, è un fiore adatto per una cerimonia più vintage;

Rose ‘Scentimental’: un fiore rosso screziato bianco, che può essere abbinato con gemme delicate all’interno di ogni bocciolo e che emana un profumo insolito, dedicato alle spose con una personalità glamour.

(Commenting: OFF)

Per via della pandemia, molti dei matrimoni già programmati sono slittati all’autunno. Così tra dubbi e incertezze, come poter organizzare una festa di matrimonio al meglio? Quali sono le nuove tendenze? E soprattutto, quali sono i colori a cui gli sposi dovrebbero far riferimento in vista della prossima stagione?

Sicuramente i colori caldi e della terra. Si prestano bene, infatti, secondo quanto si legge sul magazine online “Solo Donna”, come elementi decorativi per gli inviti nuziali e per i gadget. Basti pensare ad esempio all’arancio delle zucche, al rosso delle mele, al marrone della legna o al giallo delle foglie secche.

C’è un altro dettaglio da non trascurare: il ricevimento. Il ricevimento in giardino spicca tra le tendenze per gli sposi d’autunno, unitamente ad un ambiente boschivo, luci calde e soffuse.

Negli ultimi anni i matrimoni eco-sostenibili sono diventati un vero e proprio must. Optare per abiti realizzati con tessuti naturali o materiali riciclabili, preferire menù con prodotti di stagione ed inviare le partecipazioni per e-mail sono solo alcune delle alternative green di cui gli sposi possono usufruire. Tra i fattori che spingono le coppie a scegliere cerimonie ad impatto zero, l’aspetto economico è sicuramente da non sottovalutare: un matrimonio eco-friendly consente infatti di risparmiare circa il 70% del budget totale. Lo confermano i dati di Federconsumatori, secondo quanto riporta un articolo di ‘L’Inchiesta Quotidiano.’

Se da un lato, pandemia e burocrazia hanno inciso notevolmente sulle tempistiche relative all’organizzazione della cerimonia, dall’altro bisogna anche cogliere qualche aspetto positivo: sposarsi in autunno, infatti, significa anche avere più tempo per scegliere location, fotografi ed altri fornitori e perché no, trovare anche temperature più piacevoli, rispetto a quelle eccessive di luglio e agosto.

(Commenting: OFF)

Siete alla ricerca della vostra data perfetta? Qui troverete dei motivi che vi faranno cambiare idea sul giorno che, molto probabilmente, ora vi ronza in testa: lasciate perdere sabati e domeniche, e optate per il venerdì!

Venerdì: una meraviglia per l’organizzazione!

Chi ha già cominciato ad informarsi riguardo date disponibili per location, ricevimenti, chiese, comuni, ristoranti, ma anche servizi come fotografi, video editors, ecc, lo sa bene: anche partendo con un buon anticipo (parliamo molto spesso anche di un anno), capita che il sabato o la domenica che aveva scelto come data perfetta per celebrare il proprio matrimonio, comporti complicazioni a livello organizzativo.

Il ristorante che vi piace non ha posto; la location che tanto sognate ospita già altri sposi; sono solo un paio di intoppi che potrebbero presentarsi a chi sceglie di sposarsi di sabato o domenica. Questi, infatti, sono solitamente i giorni più gettonati. Ma non solo: si tratta anche dei giorni in cui vengono celebrate anche altre feste, come per esempio le comunioni e le cresime.

Scegliendo il venerdì come giorno per le vostre nozze, non inciamperete in queste problematiche: non dovrete dividere la scena con altri sposi, né tanto meno dirottare i festeggiamenti verso una location che non è la vostra prima scelta! Il venerdì non è ancora molto diffuso come giorno per sposarsi…approfittatene!

Venerdì: un giorno in più per festeggiare

Un altro punto a favore del venerdì è sicuramente la sua posizione all’interno della settimana: essere il giorno precedente all’inizio del weekend vero e proprio, vi darà la possibilità di allungare i festeggiamenti fino a tre giorni!

Se ad esempio scegliete come location per il buffet o ricevimento un agriturismo, o comunque un luogo che disponga di stanze per dormire, potrete sempre decidere di pernottarvi dopo i festeggiamenti lunghi tutta la giornata, con alcuni amici intimi. In questo modo, il giorno seguente (il sabato, quindi) avrete a disposizione un’intera giornata per stare insieme, nel pieno relax post celebrazioni…oppure per continuare il mood!

E il giorno dopo ancora? Niente corse in ufficio, né per voi, né tanto meno per gli invitati: è domenica, si può tirare un sospiro di sollievo!

Venerdì: un ottimo aiuto per chi viene da lontano

In ogni matrimonio ci sono sempre invitati che devono attraversare intere regioni (a volte stati!) per parteciparvi: sposandovi di venerdì, darete loro la possibilità di godersi di più il viaggio, e di rientrare con calma verso casa.

Affrontare un lungo viaggio per partecipare a delle nozze, vuol dire essere particolarmente legati agli sposi, e sicuramente vale anche il contrario: sposandovi di venerdì approfitterete di un giorno in più per riunirvi. Se si tratta di invitati speciali, potreste addirittura approfittarne per passare più tempo insieme, magari visitando la vostra zona la domenica, creando un tour che vi vedrà ricoprire il ruolo di sposi ciceroni!

Venerdì: una data memorabile

E poi chi se lo scorda un matrimonio celebrato di venerdì? Sarà una data speciale che vi caratterizzerà per sempre, aldilà del giorno della settimana scelto. Ma optando per il venerdì farete sicuramente una scelta diversa, che esula dai canoni standard, con quel pizzico di originalità che non passerà inosservato.

(Commenting: OFF)

Vi sareste dovuti sposare nel 2020, ma a causa dell’emergenza Coronavirus siete ormai rassegnati a rimandare le vostre nozze? Ecco qualche motivo per cui rimandare al prossimo anno non è detto sia la soluzione più scontata. Sposarsi entro il 2020 non è impossibile: vediamo insieme quali aspetti di questa scelta non dovete sottovalutare.

Se avete scelto il 2020…

Avrete sicuramente avuto i vostri motivi, quindi rimanete fissi sulla vostra scelta iniziale! Il 2020 doveva essere il vostro anno, l’avete scelto tra altri, e quindi non rinunciate. Pensatelo in positivo: un matrimonio porta sempre gioia, emozioni, voglia d’amore. Nella situazione attuale, questo turbinio di emozioni si amplia ancora di più, e il vostro grande giorno può essere quell’occasione per dare a tutti i vostri cari una spinta in più per il futuro. Una sorta di rinascita, di voglia di tornare ad abbracciarsi ed amarsi come negli ultimi mesi non si è potuto fare. Questo non può che amplificare il significato già meraviglioso della vostra unione, rendendo le vostre nozze un simbolo di speranza e sincera voglia di stare insieme.

Le vostre emozioni: non sottovalutatele

Rimandare un matrimonio ha dei risvolti spesso negativi sull’umore degli sposi, a maggior ragione se a causa di una pandemia che non dipende dalle proprie scelte. Se avreste dovuto sposarvi nei mesi tra febbraio e giugno, prendete in considerazione di posticipare la cerimonia solo di un paio di mesi, non di aspettare addirittura l’anno prossimo.
I preparativi sono già stati fatti e, a livello di emozioni, è sicuramente meno pesante dover aspettare qualche mese, rispetto all’idea di rimandare all’anno prossimo.

I dettagli così ben studiati…

Potrebbero non essere più molto attuali l’anno prossimo! Una canzone, il tema stesso del matrimonio, una location…potrebbero essere magici quest’anno, ma perdere di significato l’anno prossimo. Non vale la pena rimandare una cerimonia definita attentamente nei piccoli particolari, che andrebbero altrimenti sicuramente rivisti per un posticipo di così tanti mesi.
Avreste davvero la forza e la volontà di ricominciare da capo, ricontrollare ogni dettaglio, rivalutare ogni decisione? Sicuramente l’umore e le circostanze attuali vi farebbero cambiare idea su mille cose, e sarebbe davvero arduo dover architettare di nuovo tutto quello che avete deciso per mesi e mesi… mantenendo fissa la vostra data, o al limite spostandola di pochi mesi, questo non capiterà. Dovrete solo pazientare un po’ di più, ma senza la preoccupazione di dover riorganizzare molti dettagli.

I fornitori? Nessun problema!

Da quando ci sarà nuovamente il via per i matrimoni, in chiesa come in comune, non avrete alcun problema con i vostri fornitori se manterrete l’idea di sposarvi entro il 2020. Contattateli per trovare una nuova data per quest’anno, vi verranno incontro sicuramente. Decidendo invece di posticipare la data delle nozze all’anno prossimo, invece, potrebbero esserci complicazioni, come ad esempio un cambio di prezzi e condizioni, a vostro svantaggio.
Ricordate inoltre che il prossimo anno, proprio a causa delle molte disdette degli ultimi mesi, ci sarà il boom di matrimoni: sarebbe difficile trovare una data disponibile per location, ristoranti, fotografi…molto meglio cogliere il lato positivo di una cerimonia così importante, anche in questo momento delicato, e viverla al meglio con il vostro partner e le persone a voi più care.

(Commenting: OFF)

Un vero e proprio trend per i matrimoni dell’ultimo anno arriva direttamente dagli Stati Uniti, in particolare dal Colorado. Di cosa si tratta? Del cosiddetto Wedding Cannabis, che prende ispirazione in tutto e per tutto dalla canapa.

Wedding Cannabis: perché sceglierlo

Se siete appassionati di canapa naturalmente, ma non meno di rispetto per l’ambiente! Sempre più prodotti sono infatti realizzabili grazie alla canapa, dai suoi semi, alle farine, all’aroma. Per la coltivazione della canapa occorre molta meno quantità di acqua rispetto ad altre colture, e questo rappresenta un punto in più a suo favore per gli amanti della natura.

Nozze di canapa: come realizzarle

La cosa fondamentale anche per questo trend è l’attenzione al dettaglio. La preparazione di una cerimonia nuziale e il relativo ricevimento impegnano già in generale lo  sposo e (soprattutto) la sposa, ma scegliendo le nozze di canapa stupirete tutti i vostri ospiti con un trend nuovo e che dà la possibilità di molti richiami (mai banali) in linea con il tema.

Sicuramente una parte fondamentale delle nozze a base di canapa la ricopre il menu: dagli antipasti, ai primi, ai secondi, ma anche nei contorni. La canapa si sposa bene con ogni portata, e molti sono gli chef che approfondiscono questo tipo di pianta, studiandone gli abbinamenti culinari, soprattutto in seguito a questo nuovo trend nel campo dei matrimoni.

Anche nelle bevande è possibile ritrovare la canapa, dalle birre ai vini. E per il dolce? Ovviamente i pasticceri hanno risolto anche questo problema, e le proposte di torte nuziali a base di farina e semi di canapa non mancano.

Oltre il menù c’è di più!

Naturalmente un ‘’wedding cannabis’’ non può prevedere solo il menu a tema canapa: ogni dettaglio dovrà richiamare il tema del matrimonio. Nelle partecipazioni può essere una buona idea far disegnare la forma della pianta, così come sulla tavola non dovranno mancare boccioli di cannabis; e perché non pensare ad un bouquet ed una coroncina per la sposa che prevedano fiori di canapa? Ovviamente, come vuole la tradizione, anche i fiori usati per la cerimonia dovranno essere in linea con il bouquet e riprendere quindi il tema della cannabis: sui banchi in Chiesa, in spiaggia, o ovunque desideriate celebrare la vostra unione.

Per essere ancora più in linea con il tema della canapa, sappiate che la moda per tutto ciò che è eco-green, ha portato alla produzione di abiti da sposa in tessuti con bassissimo impatto ambientale. Non solo cotone e lino, ma anche la canapa ha cominciato ad essere utilizzata come tessuto bio! Ecco quindi un’altra svolta: per rimanere in tema canapa, si può considerare l’idea dell’abito da sposa in tessuto di canapa, che richiede una lavorazione totalmente artigianale.

Si tratta di una produzione pregiata che rispetta l’ambiente, e che deve essere fatta da mani abili ed esperte. L’abito in canapa viene prodotto in Italia ma anche all’estero, ed è talmente di moda che molte case di sartoria, marchi e stilisti che producono abiti nuziali, lo propongono in numerosissimi modelli, che possono poi essere personalizzati a seconda delle esigenze da abili sarte.

(Commenting: OFF)

Chi l’avrebbe mai detto che gli abiti da sposa sarebbero diventati così originali da non lasciare nulla all’immaginazione? Hai capito proprio bene: il trend di quest’anno è infatti rappresentato da abiti con decori e pizzi che lasciano intravedere la pelle nuda, e in cui le molte trasparenze giocano un ruolo chiave.

Il 2018 è stato l’anno del tanto atteso Royal Wedding, in cui la bellissima Meghan ha sfoggiato uno splendido abito da sposa bianco candido, totalmente liscio, con maniche lunghe e scollo discreto a barca, senza alcun decoro lucente. L’abito che Meghan ha scelto per sposare il suo principe era del tutto privo di dettagli sexy: la semplicità e l’eleganza hanno fatto da padrone. 

Le spose del 2019 non sembrano però voler seguire questo trend, tutt’altro. Questo è l’anno delle navate percorse da spose con abiti in cui la percentuale del corpo coperta è davvero minima. Questa tipologia di abiti ha sicuramente dei precedenti, che si erano però limitati negli anni scorsi ai famosi Red Carpet. Le occasioni per sfoggiarli erano indubbiamente più mondane rispetto al giorno del matrimonio, che nel nostro immaginario rimane comunque più discreto e poco esibizionista.

Quest’anno, però, le passerelle ci stupiscono! Per questa stagione 2019, infatti, il trend degli abiti con molte trasparenze passa alle spose: in molti abiti nuziali appare direttamente la pelle nuda, nascosta da qualche pizzo o decoro in minime parti; in altri, invece, viene utilizzata la tonalità nude per simulare il colore della pelle sotto il pizzo trasparente.

Si tratta di un trend che è stato fin da subito molto apprezzato in Australia, con gli stupendi abiti proposti da numerosi stilisti di questo continente, ma che ha poi avuto un seguito in molte parti del mondo, diventando un vero e proprio must per le spose di quest’anno. 

Il modello di abito proposto varia: dall’abito che segue la silhouette della sposa, a sirena,  agli abiti più ampi e con lunghi strascichi; addirittura è stato proposto dal brand spagnolo Pronovias un abito a tutina, lungo, aderente su tutto il corpo, e totalmente trasparente, se non nella zona del seno e dell’inguine, con qualche decorazione floreale ripresa lungo l’addome e le gambe. Ha provocato non poco scalpore quando è stato presentato per la prima volta, ma si sa! I trend prendono vita soprattutto dagli stili che più si fanno notare!

Insomma per quest’anno non ci si annoia di sicuro, tanto meno ad un matrimonio! L’abito da sposa è sempre stato uno dei gioielli del giorno del matrimonio e tutti gli invitati aspettano il momento in cui la sposa entra in chiesa per vederne l’abito, che rimane solitamente un segreto proprio fino a quel momento. 

Quest’anno la suspense aumenta! Quali spose saranno così intraprendenti da sfoggiare un abito con molte trasparenze? Certo ci vuole non poca grinta per indossare un vestito di questa tipologia, ma ricordiamo che molti di questi vestiti sono pura eleganza e pensati per mettere in risalto la fisicità della donna anche nel suo giorno più importante. Vedere per credere!

Berta® Tutti i diritti riservati.
Carlo Pignatelli® Tutti i diritti riservati.
Delsa® Tutti i diritti riservati.
Delsa® Tutti i diritti riservati.
Julia Kontogruni® Tutti i diritti riservati.
Nicolespose® Tutti i diritti riservati.
Yolan Cris® Tutti i diritti riservati.
Rosa Clarà® Tutti i diritti riservati.
Pronovias® Tutti i diritti riservati.
(Commenting: OFF)

Il 2018 ci ha portato abiti da sposa trasparenti, lussureggianti corridoi floreali e i matrimoni più romantici di sempre, e ne abbiamo apprezzato ogni istante! Ma ora che l’anno è finito e siamo entrati in quello nuovo, l’attenzione è tutta rivolta alle nuove tendenze del 2019!
Ecco alcune indicazioni degli esperti per le future spose…

Color Coral

Pantone, azienda leader nel campo della scienza del colore, ha annunciato il Colore dell’anno 2019: si tratta del Living Coral una tonalità che Pantone descrive come: “un anima corallo con un sottofondo d’oro vivace ed ottimista”

La tavolozza floreale bianca e verde classica sarà sempre presente, ma le spose oseranno di più con l’utilizzo del colore. Le coppie si stanno allontanando dal blush e dalla tavolozza neutra che è stata popolare nelle ultime stagioni, ed i designers sono propensi a rinnovare la propria tavolozza.

Piccolo è meglio

Le scelte “regali” di Meghan Markle e Kate Middleton ispireranno le scelte delle spose in particolare nel reparto bouquet. I mazzolini più piccoli sostituiranno quelli di grandi dimensioni delle stagioni passate: le spose possono optare qualcosa di più discreto e sobrio rispetto alle tendenze delle ultime annate, senza venir meno all’eleganza.

A naso in aria…

L’anno nuovo porta nel floreal design un’importante novità: stiamo parlando di fiori appesi ai soffitti, di pergole autoportanti e composizioni floreali rampicanti che lasciano senza fiato. Una svolta decisa nelle tendenze per le decorazioni floreali che diventerà un must del 2019.

Interattivamente…

Le coppie cercano sempre modi innovativi per creare nuove esperienze per i propri ospiti! Sempre più sposi aggiungono un elemento interattivo ai loro tableau, creando un momento allo stesso tempo divertente e originale!
Un esempio può essere il tableau musicale ideato da Amorology Weddings che prevede una sorpresa musicale per ciascun ospite: le cuffie sono state riutilizzate anche più tardi, la sera, per creare una suggestiva discoteca “silenziosa”!

Luminosa e naturale

Il 2019 si annuncia come un anno dedicato alla bellezza naturale e , con tonalità rosee su guance colorite e labbra abbinate, per un make-up che valorizzi l’armonia e la luminosità dei tratti senza risultare esagerato o innaturale. Nell’Hair styling, l’utilizzo di elementi decorativi naturali, in particolare perle e quarzo, andranno a dare eleganza e luce ad acconciature volutamente poco elaborate e discrete.

Ispirazioni d’arredo

Con l’assortimento di mobili da salotto a noleggio che aumenta di anno in anno, le spose sono sempre più portate a dare il proprio tocco all’ambientazione del matrimonio. Amano creare spazi, che si tratti di salotti, tavoli da ricevimento o allestimenti en plein air, che riflettano il proprio stile e rispecchi la propria idea di wedding design.

Solo per te

Le bomboniere ed i regali impersonali sono una cosa del passato. Il 2019 segna l’avvento dei personal gift per rendere unica l’esperienza dei propri ospiti. La condivisione di una speciale playlist, assaggi di delizie locali e manufatti artigianali da inserire nella wedding bag, ma anche piccole attenzioni, come i nomi degli ospiti scritti su ciascun menu a tavola. Dopo il matrimonio, spedire a ciascun ospite un insieme di foto stampate può essere un bel modo per condividere i ricordi dal tuo grande giorno. “

Ora non resta che attendere e vedere quali creazioni verranno fuori dai matrimoni 2019.

(Commenting: OFF)

Si chiama Ulove la nuova piattaforma creata dalle startup GrowishPay e Uvet Travel, che si è di recente aggiudicata il premio Best innovation in payments ai Retail Awards 2018 nel corso della XVIII edizione del Forum Retail.

Ulove permette agli sposi di ricevere su un portafoglio elettronico i contributi per il viaggio di nozze da parte di parenti e amici. Questi ultimi possono fare versamenti tramite bonifico, carta di credito o direttamente in contanti presso i punti vendita convenzionati. Il capitale raccolto viene poi trasferito all’agenzia viaggi fino a coprire il costo della vacanza. Il denaro restante rimane invece a disposizione degli sposi per ulteriori acquisti.

Sfruttando le ultime novità relative ai pagamenti digitali, Ulove permette di scegliere la propria luna di miele, creare un sito personalizzato con foto, fornire informazioni sulla cerimonia e aggiungere qualsiasi desiderio alla propria lista nozze. Grazie alla nuova piattaforma, inoltre, le adv non devono preoccuparsi della sicurezza e della gestione contabile e fiscale del denaro ricevuto.

(Commenting: OFF)